Benessere

Limone, un concentrato di proprietà terapeutiche e curative

Limone, un concentrato di proprietà terapeutiche e curative
Il limone (Citrus limon) è il frutto dell’omonima pianta originaria dell’Asia appartenente al genere Citrus.
La pianta è un sempreverde come tutti gli agrumi e ha la caratteristica di rifiorire tre volte durante l’anno, anche in inverno, fornendo così tre fruttificazioni e tre varietà di limoni:
  • La prima fioritura, tra settembre e dicembre, ci dona il limone “primofiore”;
  • la seconda, a marzo, produce il frutto chiamato “bianchetto”;
  • la terza, tra giugno e luglio, produce il “verdello”, un limone verde poco succoso ma ricco di oli essenziali.
I Romani consideravano il limone un frutto ricercato e prezioso usato anche a scopo terapeutico.

Nel XV secolo si scoprì casualmente che il succo di limone curava e preveniva lo scorbuto, malattia diffusa tra i naviganti che si cibavano per lunghi periodi solo di farine e alimenti conservati. Si iniziò così ad impiegare grandi quantità di limoni a bordo delle navi, venendo pagato addirittura con merci pregiate o in oro. Solo in epoca recente il limone iniziò ad essere impiegato in cucina per aromatizzare alcuni cibi.

I frutti hanno forma sfusata e presentano un apice più o meno pronunciato. Il numero dei semi varia in rapporto alla varietà e al periodo di fioritura.



Le proprietà benefiche del limone:
valori nutrizionali e caratteristiche




Le proprietà e i benefici del limone sono numerosi, così come i suoi valori nutrizionali. Il componente più noto del limone è sicuramente la vitamina C, di cui sono universalmente conosciute le importanti proprietà. Notevole poi la percentuale di acqua e di acido citrico, a fronte di un basso contenuto di zuccheri.

Ma i benefici del limone non finiscono qui. Questo frutto possiede un’azione ipotensiva, antiuricemica, antireumatica e una discreta azione diuretica. Favorisce l’assimilazione del ferro contenuto nei vegetali e stimola la digestione. Inoltre, l’acido citrico contenuto contribuisce all’assorbimento del calcio nel duodeno.

Nella scorza troviamo oli essenziali come limonene, terpene, canfene, fellandrene e pinene con azione battericida, antisettica, antimicotica, antifebbrile.

Anche il succo di limone però è un antisettico e battericida naturale che diventa utile, ad esempio, per combattere mal di gola, afte della bocca e gengiviti.

Il succo di limone non è un acidificante, ma un alcalinizzante e un antiacido gastrico naturale.
Nella nausea o ipoacidità/iperacidità può essere utile come regolatore dell’ambiente gastrico tamponando la produzione di acido cloridrico. Ad esempio, una fetta di limone con zucchero ai lati si rileva molto efficace nel trattamento delle nausee in gravidanza; oppure la sua scorza, non trattata e bollita in acqua, è utile per migliorare la digestione se assunta dopo un pasto abbondante.

Quando fa male mangiare il limone? Il limone è controindicato in caso di nausea da gastrite o reflusso acido perché può peggiorare i sintomi, mentre fa molto bene nei casi di nausea dovuta a pesantezza di stomaco e digestione lenta: la buccia del limone bollita in acqua calda diventa un ottimo rimedio.


 

Cosa contiene il limone? Virtù, vitamine e calorie




Proteine limone
Proprietà limone

Vitamine limone



 

Limoni in cucina: come sceglierli, cucinarli e conservarli in casa



 
Un limone ricco di proprietà presenta un frutto brillante e molto profumato, dotato di picciolo e foglie verdi altrettanto brillanti.
Gli usi del limone in cucina sono svariati. Il succo viene spesso usato in sostituzione dell’aceto per rendere diversi piatti più stuzzicanti e appetitosi. Serve inoltre per preparare marinate per intenerire o insaporire carni e pesci.
Il limone si conserva a una temperatura di 5-9 °C e una umidità dell’85-90%; si può conservare per 5-6 settimane.


 

Ricette con il limone, in tavola e non solo




Come abbiamo visto, il limone ha diversi effetti benefici sulla pelle e nel corpo. Ecco alcune associazioni nutrizionali per sfruttare al meglio le sue proprietà:
  • Benefici per l’intestino: unendo succo di limone, riso, uovo sodo e parmigiano si frena il transito intestinale patologico.
  • Malessere generale: la tisana aglio e limone è un antipiretico e antiinfluenzale naturale.
  • Lesioni cutanee: il succo di limone con olio extravergine di oliva ha un’azione cicatrizzante e antibatterica sulle ferite.


 

Insalata di quinoa e ceci profumata al limone



Ingredienti:
  • 250 gr di quinoa;
  • 500 ml di acqua;
  • 2 tazze di ceci;
  • 1 cipolla rossa;
  • 2 limoni;
  • 2 cucchiai di salsa di soia;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 5-6 cucchiai di olio extravergine di oliva.
 
Procedimento:
Sciacquare in abbondante acqua corrente la quinoa e cuocerla nell’acqua per circa 15 minuti.
Preparare il condimento con 2 cucchiai di olio, aglio tritato, salsa di soia, succo di limone e scorza dei limoni grattugiata.
Sciacquare la quinoa a cottura ultimata.
Scaldare l’olio in una padella e aggiungere i ceci, poi la quinoa, la cipolla rossa tagliata e scaldare per qualche minuto.
Servire con il condimento della salsa al limone precedentemente preparata.


 

Ricette veloci: insalata di limone, radicchio e arance



Ingredienti:
  • 2 cespi di radicchio;
  • 4 arance rosse dolci;
  • 2 limoni;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • Sale;
  • Pepe.
 
Procedimento:
Spelare le arance e limoni a vivo, e tagliare a dadini.
Tagliare il radicchio e aggiungerlo alle arance e limoni. Condire con olio extravergine di oliva, sale, pepe e servire.


 

Limone candito con soli due ingredienti: la ricetta



Ingredienti:
  • 6 limoni non trattati in superficie;
  • 300 gr di zucchero (circa).
 
Procedimento:
Lavare i limoni, prelevare le scorze eliminando la parte bianca e tagliarli a striscioline.
Mettere le scorze in ammollo in un contenitore con acqua fredda e lasciare in ammollo 48 ore, cambiando spesso l’acqua di macerazione.
Far bollire le scorze per 20 minuti in un po’ di acqua, scolare e asciugare.
In un tegame versare una quantità di zucchero pari al peso delle scorze di limone e farlo sciogliere a fiamma bassa.
Aggiungere allo sciroppo così ottenuto le scorze di limone e mescolare per qualche minuto, in modo che le scorze si impregnino di sciroppo.
Togliere dal fuoco e far raffreddare su carta da forno, in maniera ben distanziata.
Se desiderato è possibile intingere le scorze ormai fredde in cioccolato fondente al 75% sciolto a bagnomaria.



Firma-da-mettere-in-tutti-gli-articoli.png


Scopri tutta la gamma prodotti di Fresco Senso...

Sfoglia il catalogo
Logo Fresco Senso
è un marchio
Logo Agribologna