Benessere

Il kiwi, un alleato per digestione, nausea e stipsi

Il kiwi, un alleato per digestione, nausea e stipsi
Il kiwi (Actinidia chinensis) è il frutto di una pianta rampicante originaria della Cina e coltivata ormai da tempo anche in Italia. Di forma ellissoidale, ha la buccia marroncina ricoperta da una sottile peluria e può essere a polpa verde chiaro o a polpa gialla, soda, con cuore bianco e cosparsa da piccoli semini neri. Il gusto del kiwi verde è dolce-acidulo, mentre le varietà di kiwi a polpa gialla sono molto dolci.

Il kiwi in Italia è presente in quasi tutto il territorio nazionale, ma circa l’80% delle coltivazioni si trova nel Lazio, in Emilia-Romagna, Piemonte e Puglia.


 

Mangiare tanti kiwi fa bene? Valori nutrizionali e controindicazioni



Il kiwi è un frutto con proprietà dissetanti, rinfrescanti, diuretiche, depurative.
È un antianemico e antiinfettivo naturale grazie all’azione sinergica di tre dei suoi componenti: ferro, rame e vitamina C. Inoltre, contribuisce efficacemente alla fissazione del calcio nelle ossa per il suo apporto di fosforo, magnesio e calcio.

Il kiwi contiene una ridotta percentuale di zuccheri e un elevato contenuto di vitamina C che favorisce le difese dell’organismo e protegge la parete vascolare. Grazie a questa vitamina può essere impiegato per migliorare il sistema immunitario in caso di malattie da raffreddamento e febbre.

Quanti kiwi si possono mangiare al giorno?
100 grammi di prodotto fresco soddisfano i fabbisogni giornalieri della vitamina C e, grazie alla sua percentuale di fruttosio inferiore a quella di molti altri frutti, può essere impiegato nell’alimentazione quotidiana di chi segue una dieta ipocalorica e in caso di diabete.
Il kiwi è un ottimo rimedio nelle persone che manifestano nausea e stipsi.  Per la sua acidità elimina il senso di nausea, migliorando l’appetito e la capacità funzionale dello stomaco; mentre le proprietà lassative del kiwi, dovute alla vitamina C, al potassio, alla cellulosa e alle pectine, eliminano le scorie tossiche.

Meglio mangiare kiwi la sera o a colazione?
Per potenziare gli effetti si consiglia di consumare due kiwi a colazione, a digiuno, oppure la sera prima di andare a dormire.
I kiwi sono ricchi inoltre di actinidina, un composto vegetale unico capace di denaturare (rompere) le proteine. L’actinidina può migliorare la digestione delle proteine nell’intestino e, per questo motivo, il consumo di kiwi può essere d’aiuto per le persone con alterata digestione proteica e dopo l’assunzione di pasti ad alto contenuto proteico.

Il kiwi, quindi, è ricco di benefici, ma anche di alcune controindicazioni. L’alto consumo di questo frutto è sconsigliato nei soggetti con problematiche gastroenteriche quali ulcera gastroduodenale, colite, colon irritabile e, soprattutto, diverticolosi del colon.

 

Le caratteristiche del kiwi: calorie, proprietà e benefici



1-kiwi-calorie-e-valori-nutrizionali.png
kiwi proprietà e benefici
kiwi vitamine
Proprietà benefiche del kiwi

 

 

Come far maturare il kiwi: scelta e conservazione



Per individuare un buon kiwi maturo ricco di sostanze nutritive questo deve essere morbido a una leggera pressione del dito e la buccia deve essere integra.

Il kiwi si mangia al naturale e in macedonia; può essere usato per decorare dolci, gelati e sorbetti o per preparare confetture e frullati.
Come anticipato contiene actinidina e per questo è inadatto nei piatti a base di latticini (ne rovinerebbe il sapore e la consistenza).

Per far maturare un kiwi acquistato ancora acerbo basta metterlo vicino a banane o mele, oppure avvolgerlo in un sacchetto di carta per accelerarne la maturazione.

 

Il kiwi in cucina: ricette veloci dolci e salate

 


Dolci al cucchiaio: crema di riso con kiwi alla vaniglia



Ingredienti:
  • 1 litro di latte vegetale (es. di riso);
  • 100 gr di zucchero;
  • un baccello di vaniglia;
  • 150 gr di riso;
  • 4 kiwi maturi.
 
Procedimento:
Versare il latte vegetale con il riso, un pizzico di sale, i 100 gr di zucchero e il baccello di vaniglia a metà.
Portare a bollore e cuocere 25 minuti, continuando a mescolare.
Lasciare intiepidire e frullare la crema per un minuto, a media velocità.
Sbucciare i kiwi, tagliarli a metà e passarli nel passaverdure o filtrarli in un colino.
Versare la crema di riso in coppette, coprire con il frullato di kiwi e spicchi di kiwi a piacere.

 

Secondi veloci: Orata con verdure, patate e kiwi



Ingredienti:
  • 2 filetti di orata;
  • 2 zucchine:
  • 2 patate;
  • 1 kiwi;
  • olio extravergine di oliva;
  • 2 limoni;
  • qualche foglia di basilico;
  • sale e pepe nero.
 
Procedimento:
Pelare e lessare patate e zucchine, da tagliare poi a dadini, mantenendo la dadolata croccante.
Aggiungere nella stessa padella i filetti di orata dalla parte della pelle.
Quando sono cotti e croccanti, togliere il pesce e sfumare il sugo della cottura con del succo di limone.
Apparte frullare i kiwi con due cucchiai di olio, sale e pepe.
Comporre il piatto con le verdure alla base, sopra i filetti di orata e per concludere la salsa di kiwi come topping.

 

Antipasti con kiwi, datteri, finocchio e mandorle



Ingredienti:
  • qualche foglia di insalata;
  • 1 piccolo finocchio affettato finemente;
  • 1 manciata di datteri secchi e denocciolati;
  • 1 manciata di mandorle tagliate a listarelle;
  • 1 kiwi tagliato a dadini;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva;
  • Sale e pepe;
  • (facoltativo) 50 gr di pollo arrosto o prosciutto cotto al forno.
 
Procedimento:
Unire gli ingredienti a partire dall’insalata.
Se desiderato aggiungere 50 gr di pollo arrosto o prosciutto cotto al forno.
Associare ad un panino integrale o di segale per un pasto completo.



Firma-da-mettere-in-tutti-gli-articoli.png
 

Scopri tutta la gamma prodotti di Fresco Senso...

Sfoglia il catalogo
Logo Fresco Senso
è un marchio
Logo Agribologna