Benessere

Ribes nigrum: proprietà, benefici e controindicazioni

Ribes nigrum: proprietà, benefici e controindicazioni
Il Ribes è una pianta appartenente alla famiglia delle Grossulariacee, la famiglia dei frutti di bosco, come, ad esempio, i lamponi. Si tratta di una pianta tipica delle zone montane, cresce senza problemi nelle zone a clima temperato, soffre la siccità e le temperature troppo elevate.
 
Il Ribes si distingue in tre varietà principali:
  • Ribes rosso (il più diffuso in Italia)
  • Ribes nero (nigrum)
  • Ribes bianco (uva spina)
I frutti della pianta sono costituiti da piccole bacche che si sviluppano in estate e sono unite in grappoli, con un particolarissimo sapore dolce e acidulo.
I Ribes pur essendo diversi per colore, da un punto di vista nutrizionale sono molto simili. In 100 g di prodotto troviamo solo 28 kcal, un buon contenuto in acqua (77,7 %), 6,6 g di carboidrati e 3,6 g di fibra.
Come sali minerali si ritrova soprattutto Potassio, Calcio e Fosforo e a livello di Vitamine sono molto ricchi di vitamina C, Vitamina A.
Il Ribes è un frutto molto ricco di antiossidanti, in particolare il colore rosso è dato dagli antiossidanti antocianine e licopene, mentre nel Ribes Nero ritroviamo soprattutto antocianine.
Queste piccole bacche hanno tuttavia delle importanti proprietà benefiche.
La prima è quella di avere importanti effetti drenanti e depurativi. Molto utili sono infatti gli infusi per contrastare la ritenzione idrica.
La seconda proprietà è quella antiinfiammatoria, in quanto il Ribes è in grado di stimolare la produzione del cortisolo nel nostro corpo. Infatti questi frutti venivano usati dalla medicina popolare per gotta e artriti, ma sono anche un aiuto soprattutto in inverno per contrastare i mali di stagione e hanno anche effetto come blando antistaminico.
La terza proprietà deriva dalla concomitanza di Vitamina C e antiossidanti, fa sì che questo frutto sia un vero e proprio alimento anti-aging che combatte i radicali liberi, ritardando l’invecchiamento della nostra pelle.
 
Il ribes, nella maggior parte dei casi, viene destinato al consumo fresco ed essendo un frutto molto particolare ed insolito, porterà un tocco di originalità ai nostri piatti, ma viene anche utilizzato per la preparazione di conserve di frutta, di succo, sorbetti, sciroppo.
In alcune cucine, prevalentemente del nord Europa, viene impiegato per condire piatti a base di riso o per fare salse da accompagnare a carne e pesce; si usa anche per aromatizzare liquori e per guarnire piatti dolci e salati.
In Italia si usa molto come ingrediente nei dolci. Una colazione dolce e particolare a base di ribes è il dolce al bicchiere yogurt e ribes: basteranno 100ml di yogurt greco o intero bianco, un cucchiaio di granola e 100ml di gelatina di ribes.
Per la gelatina frullare 150 gr di ribes e setacciare per eliminare i semi. Mettere in un pentolino il succo ricavato e porre sul fuoco. Far bollire per 10 min e poi mettervi un foglio di gelatina. Versare sul dolce solo quando avrà raggiunto la temperatura ambiente.
 
Tuttavia il consumo di ribes può avere degli effetti negativi. Infatti la stimolazione della produzione del cortisolo, può comportare un aumento della pressione arteriosa, perciò chi già soffre di pressione alta, faccia un consumo moderato di queste bacche.

Dott.ssa Chiara Glicerina

Scopri tutta la gamma prodotti di Fresco Senso...

Sfoglia il catalogo
Logo Fresco Senso
è un marchio
Logo Agribologna